Spesso ti sarai chiesto come fare per avere lo sfondo sfocato nelle foto. È una domanda che in molti si pongono quando iniziano a fare fotografia. Avere uno sfondo sfocato nelle foto crea un forte contrasto nell’immagine, dandole un aspetto professionale. Fare lo sfondo sfocato nelle foto non è difficile, ma come per tute le cose c’è bisogno di molta pratica.

Io uso sempre lo sfondo sfocato per i miei ritratti. Lo sfondo sfocato ti permette di isolare il soggetto dal contesto mettendolo in risalto e concentrando l’attenzione dello spettatore su di esso. Inoltre, grazie allo sfondo sfocato, è possibile dare all’immagine un senso di profondità. Io per scattare le mie foto con lo sfondo sfocato uso il mio obiettivo Sigma 35mm 1.4. è un obiettivo davvero fantastico che rende lo sfondo super sfocato dando alla foto un effetto incredibile.

Se vuoi acquistarlo ad un prezzo vantaggioso clicca qui

Ci sono però vari fattori da tenere presenti per ottenere lo sfondo sfocato nelle foto. Andiamo a vederli insieme.

APERTURA DEL DIAFRAMMA

L’apertura del diaframma, come ho già spiegato nell’articolo Come funziona la reflex, è strettamente legata all’obiettivo. Il diaframma si trova nell’obiettivo ed è composto da lamelle che si stringono e si allargano in modo da far entrare più o meno luce.  Per ottenere uno sfondo sfocato nella foto, devi andare ad aprire il diaframma il più possibile. Il diaframma sulla macchina fotografica è indicato da f + numero. Più che apriamo il diaframma e più che questo numero diventerà basso; più che lo chiudiamo e più che il numero diventa alto. Quindi se voglio ottenere una foto con lo sfondo sfocato dovrò aprire il diaframma il più possibile, avendo così un numero basso (ad esempio f1.4). io per scattare questa serie di foto ho usato l’obbiettivo Tamron 24-70mm 2.8.

Se vuoi acquistarlo ad un prezzo vantaggioso clicca qui

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Ogni obiettivo ha la sua apertura massima. Quindi per iniziare a vedere lo sfondo sfocato devi avere un diaframma 2.8 o inferiore. L’obiettivo che uso io, come detto prima è f1.4 e quindi è perfetto per ottenere lo sfondo sfocato. Guarda la differenza tra due scatti con aperture di diaframma diverse.

Questa foto l’ho scattata con un’apertura di diaframma 2.8, quindi molto aperto, e puoi vedere come il soggetto risalta sullo sfondo sfocato, creando un senso di profondità.

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Questa seconda foto invece l’ho scattata con un’apertura di diaframma 20 e quindi molto chiuso. Noterai subito quanto l’immagine appare più piatta, per il fatto che soggetto e sfondo sono entrambi messi a fuoco.

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Quindi per ottenere lo sfondo sfocato in una foto dobbiamo andare ad aprire il più possibile il diaframma.

LUNGHEZZA FOCALE

La lunghezza focale è il secondo fattore che va ad incidere sullo sfondo sfocato in una foto. La lunghezza focale, come il diaframma, è strettamente legata all’obiettivo ed è la distanza tra il centro ottico dell’obiettivo ed il piano della messa a fuoco (sensore, pellicola etc..). Se la lunghezza focale è molto alta, e il diaframma è molto aperto, avremo uno sfocato molto più accentuato, rispetto ad avere un grandangolo (la cui lunghezza focale è di solito inferiore ai 50mm) con il quale la sfocatura è sempre meno evidente. Puoi vedere la differenza in queste due foto.

In questa foto che ho scattato sempre con l’obiettivo Tamron a 24mm puoi notare lo sfondo sfocato.

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Ma in quest’altra foto che invece ho scattato a 70mm sempre con l’obiettivo Tamron , lo sfondo è ancora più sfocato.

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Quindi per avere una foto con lo sfondo ben sfocato, devi scattare con una lunghezza focale alta e diaframma aperto (quindi con un numero piccolo). Ad esempio io con il mio obiettivo Sigma, scatto con lunghezza focale 35mm e diaframma 1.4. Invece con l’obiettivo Tamron per ottenere lo sfondo sfocato ho scattato con lunghezza focale 70mm e diaframma 2.8.

Se vuoi acquistarli a prezzi vantaggiosi: Obiettivo Sigma 35mm 1.4 / Obiettivo Tamron 24-70mm 2.8

DISTANZA DAL SOGGETTO

Il terzo ed ultimo fattore che va ad incidere sullo sfondo sfocato in una foto è la distanza dal soggetto. Più sono vicino al soggetto, più lo sfondo nella mia foto risulterà sfocato; quindi se mi trovo lontano dal soggetto che sto fotografando la differenza di sfocato tra soggetto e sfondo si vedrà molto meno, anche se sto scattando con un diaframma molto aperto. È lo stesso funzionamento dell’occhio umano. Vediamo insieme la differenza.

Questa foto l’ho scattata avvicinandomi molto al soggetto e puoi vedere il forte contrasto tra sfondo sfocato e soggetto a fuoco.

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Se mi allontano dal soggetto puoi vedere la differenza rispetto allo scatto precedente. Lo sfondo è sfocato, ma non tanto come prima, nonostante abbia scattato con un diaframma molto aperto.

come-fare-lo-sfondo-sfocato-nelle-foto

Quindi se tieni di conto questi tre fattori (apertura diaframma, lunghezza focale, distanza dal soggetto) vedrai che riuscirai ad ottenere lo sfondo sfocato nelle tue foto, rendendole uniche e dall’aspetto artistico e professionale.


Ti ringrazio per aver letto questo post sul mio blog! Spero ti sia tornato utile.

Ci vediamo su Instagram | Youtube | Facebook

Guarda il video ispirato a questo post:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *